Infezioni e malattie varie che si possono contrarre facendo sport

Infezioni e malattie varie che si possono contrarre facendo sport

Infezioni e malattie varie che si possono contrarre facendo sport

Malattie infettive ed altre patologie che possono contrarsi quando si praticano sport da contatto e non

Praticare sport è una sana abitudine, ma ci sono ambienti e determinate discipline che espongono le persone a diverse infezioni e malattie varie che si possono contrarre facendo sport.

Secondo le ricerche più attuali, in Occidente fortunatamente non si è particolarmente esposti a malattie infettive gravi come epatite B ed HIV, questo grazie ad un numero rispettivamente basso di persone che ne soffrono rispetto ad altre zone del mondo, ma data l’affluenza che c’è nelle piscine, palestre e campi sportivi sono invece molto comuni le malattie infettive meno gravi ma fastidiose.

Tra queste, le più comuni sono la tigna, verruca volgare, pediculosi, mollusco contagioso, candida, piede d’atleta, etc.

Poi ci sono le malattie infettive che si trasmettono per gocce respiratorie come la parotite, l’influenza e la pertosse, quelle che vengono trasmesse attraverso l’aria come la varicella ed il morbillo ed infine ci sono alcune patologie non contagiose che però possono manifestarsi o peggiorare quando si frequentano ambienti come le palestre o le piscine, come le dermatiti e le irritazioni varie.

Per leggere di più sulle dermatiti e su come curarle vi invitiamo a leggere l’articolo dedicato seguendo questo link.

Verruca volgare

La verruca volgare, o comune è una formazione cutanea provocata dal virus del papilloma umano (HPV).

Solitamente il contagio avviene per contatto superficiale (significa che il virus contratto rimane sulla pelle e non arriva al sangue) generalmente in posti molto frequentati come palestre, docce e piscine, ambienti dove il clima è umido e caldo, aspetto che favorisce la sopravvivenza del virus nella sua forma attiva.

Le verruche possono svilupparsi in ogni parte del corpo, ma le zone più colpite solitamente sono i piedi, le mani, le ginocchia ed i gomiti.

Per trattare la verruca volgare non esiste un trattamento unico e considerato risolutivo al 100%. Attualmente tra le terapie più utilizzate c’è la Crioterapia, l’asportazione chirurgica, il laser, trattamenti a base di iniezioni intralesionali e d i preparati cheratolitici.

Tigna

Tra le infezioni e le malattie che si possono contrarre facendo sport c’è anche la tigna, infezione del cuoio capelluto che colpisce soprattutto i bambini in età scolare e che spesso crea delle piccole epidemie.

Causata da funghi patogeni chiamati dermatofiti, la tigna generalmente viene curata attraverso l’impiego di antifungini.

Pediculosi

Si tratta di una parassitosi che colpisce varie zone della cute, specialmente il pube ed il capo.

Chi contrae la pediculosi di solito presenta diversi sintomi: lesioni di piccola dimensione nell’area colpita, prurito ed in alcuni casi più gravi possono verificarsi persino eritemi ed ematomi.

Per trattare la pediculosi ci sono degli shampoo creati appositamente oppure delle terapie farmacologiche mirate.

Mollusco contagioso

Anche il Mollusco contagioso è un’infezione che si può contrarre facendo sport. Si tratta di un’infezione virale che causa numerose lesioni papulose della cute ed alle volte persino alle mucose.

Solitamente sono i bambini fino ai 12 anni ad essere infettati da questa malattia, ma non solo.

Piede d’atleta

Conosciuta anche con il nome “tigna del piede”, è una delle infezioni più comuni che si possono contrarre facendo sport. Si tratta di una micosi particolarmente contagiosa e la sua trasmissione avviene grazie ai piccolissimi frammenti di pelle che si staccano dalla persona infetta, contaminando così le aree comuni di palestre, piscine, etc.

Come prevenire le infezioni e le malattie che si possono contrarre praticando sport

Non è sempre facile proteggersi dalle infezioni, inoltre ci sono soggetti più predisposti a contrarre determinate malattie, ma osservando alcune regole può aiutare a ridurre il rischio che i vari batteri, funghi e lieviti vengano a contatto con noi.

–       Indossare sempre delle ciabatte, sia fuori che dentro la doccia, in questo modo si può ridurre il rischio di contrarre varie micosi.

–       Evitare di sedersi su sedie, panche ed altre superfici bagnate o sporche.

–       Non sedersi sul bordo delle piscine. In questo modo si evita l’ingresso di funghi e virus nelle parti intime.

–       Non utilizzare spugne, tappetini, biancheria ed asciugamani di altre persone.

–       Indossare guanti sportivi adeguati prima di utilizzare gli attrezzi sportivi che spesso sono bagnati dal sudore altrui.

–       Osservare regole di igiene personale rigide.

–       Se si soffre di diarrea o di un’altra malattia infettiva evitare di frequentare posti affollati come la piscina o la palestra.

–       Lavare i vestiti utilizzati per le attività sportive il prima possibile.

–       Far prendere aria alle scarpe che si utilizzano per le attività sportive ed igienizzarle spesso.

–       Indossare vestiti puliti ogni volta che si pratica sport.

–       Se si creano dei tagli o ferite durante le attività sportive, disinfettare immediatamente la ferita e proteggerla dall’esposizione con l’ambiente circostante, evitando che ci sia un contatto diretto tra la ferita ed oggetti vari.

Queste sono alcune delle regole di base che possono ridurre il rischio di contrarre infezioni o malattie varie quando si pratica sport.